Login



La rivoluzione continua





Valori del Governo Mondiale PDF Print E-mail


Valori che sostengono gli obiettivi del Governo Mondiale

I Valori di cui il Consiglio di Governanza è garante, rappresenta una regola di progresso per l’umanità; essi sono: la responsabilizzazione e il rispetto assoluto della vita. Valori di rispetto: il rispetto di se, l’amore di se e il rispetto degli altri. Valori di fraternità: la non violenza, la pace mondiale, la spartizione delle risorse, la democrazia.

E’ di estrema importanza il richiamo alla Dichiarazione Universale dei diritti dell’uomo, la prima tappa per riabilitare l’uomo dalla malevolenza dei propri simili.

Il Valore fondamentale è il “compimento dell’essere umano” sia a livello individuale che sociale. Attualmente l’essere umano è immerso in una permanente sofferenza provocata dalle aberranti ed obsolete regole della società, i paradigmi. Il Governo Mondiale invita a pensare a dei modelli di società che mettono il sistema e la tecnologie al servizio dell’uomo perché possa dedicarsi a ciò per cui è stato concepito: pensare, creare, sbocciare, amare, ricercare il piacere nel rispetto assoluto dell’altro.


LA RESPONSABILIZZAZIONE

Ogni uomo è responsabile delle sue azioni,  anche se non fa altro che obbedire agli ordini dati sotto qualunque forma essa sia. Colui che preme il grilletto è tanto colpevole quanto colui che dà l’ordine di sparare, e questo in tutte le circostanze.  Non obbedire al proprio leader o agli esseri supremi, chiamati Dio  da altri,  se quello che chiedono non è in accordo con la propria coscienza.

IL RISPETTO ASSOLUTO DELLA VITA

Anche se un potere qualunque ci facesse credere che giustiziando un solo uomo si potrebbe salvare l’umanità intera, non  bisognerebbe uccidere l’essere in questione. La vita di un solo uomo non violento è più preziosa di tutta l’umanità. Con questa regola, più nessun massacro, più nessun crimine contro l’Umanità, più nessun olocausto è possibile.

IL RISPETTO DEGLI ALTRI

La tolleranza non è sufficiente: tollerare è accettare le differenze senza entusiasmo, a costo di cambiare opinione se queste differenze ci disturbano. Al contrario, l’amore delle differenze è incoraggiare gli altri ad essere differenti da noi  e a vivere pienamente le loro differenze, che siano razziali, culturali, religiose, sessuali o genetiche. Se tutti gli esseri umani si somigliassero, il mondo diverrebbe noioso. Più gli altri sono diversi da me e più ci arricchiscono. Un’Umanità ricca è un’Umanità piena di differenze.

LA NON VIOLENZA

Nessun tipo di violenza è accettabile. Le minacce di violenza devono essere punite severamente tanto quanto la violenza stessa, perché sottintendono  che l’individuo che le proferisce, ammette che il suo punto di vista possa trionfare con la violenza. Si potranno utilizzare delle nuove tecnologie allo scopo di neutralizzare temporaneamente gli individui che agiscono attraverso la violenza, senza in alcun modo  uccidere nessuno.

LA PACE MONDIALE

Bisogna sopprimere tutti gli eserciti nazionali del mondo, creare un vero governo mondiale e un esercito mondiale composto da militari che sarebbero i guardiani della pace sul pianeta.  I governi devono consacrare i loro finanziamenti militari alla lotta contro la fame nel mondo. Dovrebbero organizzare dei telethons per finanziare il proprio esercito nazionale: sicuramente non recupererebbero gran cosa.

LA SPARTIZIONE

Ogni uomo ha il diritto durante tutta la sua vita,  ad avere  di che mangiare, un luogo per dormire, di che vestirsi decentemente e a ricevere un’educazione, anche se no lavora. Colui che lavora ha diritto ad avere il lusso, motore indispensabile al progresso dell’umanità, essendo proporzionale al lavoro fornito e ai progressi che fa compiere alla società.

LA DEMOCRAZIA

La democrazia è la sola via possibile per un consenso da parte di tutti di un nuovo sistema politico di un governo affidato ai filosofi, agli scienziati e agli uomini che hanno il “buon senso contadino”, la saggezza.

L’IMPORTANZA DEI DIRITTI DELL’UOMO

Molti paesi  meriterebbero un governo che pensi di più  al rispetto  della legge che vieta ogni incitamento all’odio contro le minoranze religiose, filosofiche o razziali.  Nessun uomo può essere infastidito per le proprie convinzioni religiose o filosofiche”, elemento dei Diritti dell’Uomo   Le minoranze religiose che hanno più bisogno della protezione della legge non sono né i mussulmani, né i cristiani tradizionalisti, né gli ebrei (tutti questi sono molto rispettati) ma le minoranze vere, sdegnosamente chiamate “sette” da quelle a cui disturbano le differenze spirituali.   Le minoranze qualunque esse siano, per tanto che esse rispettino le leggi, hanno diritto all’esistenza garantita dai Diritti dell’Uomo, dalla Costituzione e le leggi nazionali. Le libertà religiose sono fondamentali e il diritto delle minoranze a vivere la prorpia vita spirituale come esse la intendono nel rispetto e la dignità. Se si vuole evitare di ricadere in una caccia alle streghe medievale degna dell’inquisizione e che ha causato drammi spaventosi, è importante far rispettare i Diritti dell’Uomo così importanti per il futuro della nostra civilizzazione.

 

Movimenti già attivi

Come fondare il Movimento per il Paradismo nel tuo paese

Who's online

We have 73 guests online

Newsletter